• traduttore

L’accordo con l’UE è morto! La Svizzera ne resta fuori

La notizia è passata sotto traccia per settimane, ma è troppo importante per ignorarla: dopo sette anni di colloqui e trattative, il Governo svizzero ha deciso di non firmare l’accordo quadro con l’UE per regolare le relazioni commerciali, finanziarie e giuridiche.
La Confederazione Svizzera è certamente europea, sia per collocazione geografica che dal punto di vista storico (vedi il mio saggio), ma evidentemente le condizioni dei mercati interni e le legislazioni relative non sono nelle condizioni per poter favorire il suo ingresso quantomeno nel Mercato Comune: ci sarà molto da fare al proposito.

La BREXIT è completa!

Dopo anni di dibattiti, votazioni, referendum e trattative diplomatiche, il processo di uscita definitiva del Regno Unito dall’UE (BREXIT) è completo: con la ratifica del Trattato di cooperazione e scambio da parte del Consiglio Europeo, l’intero iter burocratico è terminato.
Dal 1° maggio l’Europa continentale e il regno dell’arcipelago britannico tornano ad essere partner commerciali, buoni vicini e alleati storici, sebbene sotto il cappello delle norme del Diritto Internazionale e non più di quello europeo.

L’UE investe nell’Intelligenza Artificiale

La Commissione Europea ha proposto il 21 aprile scorso un Piano Coordinato per agevolare lo sviluppo delle tecniche e tecnologie dell’Intelligenza Artificiale all’interno dello “spazio comune europeo” degli stati membri, nell’intenzione di salvaguardare meglio interessi e diritti dei cittadini e delle imprese europee.

Via alla Conferenza sul futuro dell’Europa!

conferenza sul futuro dell'Unione Europea

La Commissione UE ha indetto una Conferenza sul futuro dell’Europa, una serie di dibattiti e discussioni avviati su iniziativa dei cittadini che consentiranno a chiunque di condividere le proprie idee e contribuire a plasmare il nostro futuro comune. Si tratta di un evento senza precedenti, un esercizio democratico paneuropeo ambizioso, che crea un nuovo spazio pubblico di dibattito aperto, inclusivo e trasparente.

La Commissione UE racconta il progetto “SURE”

Questo report ufficiale della Commissione UE espone i vantaggi e le prospettive, considerate positive, che il progetto SURE porterà nel prossimo futuro all’interno del mercato comune europeo, grazie ai 100 milioni di euro di dote, in particolare rispetto alle garanzie per il lavoro e i ricavi dei cittadini.