• traduttore

Glossario

Una delle parti più interessanti del saggio, che potrebbe rappresentare un piccolo Dizionario di termini ed espressioni utilizzate nel testo e desunte dalla storia del pensiero filosofico e teologico europeo, è quella del Glossario, allegato al fondo del libro di cui segue uno stralcio illustrativo…

 

Termini VEDICI-PERSIANI-BIBLICI-MEDIORIENTALI

 

Anima:            secondo le antiche concezioni si tratta del principio vitale immateriale (‘vento’) che pervade tutti gli esseri viventi, coscienza morale/religiosa connessa alla coscienza divina (Purusha).

Arya:               nella tradizione vedica è il popolo che portò la conoscenza divina dei Veda in India e diede vita ai vari popoli indoeuropei, indoariani e indoarii. Il termine sanscrito significa ‘signore’.

Ātmā:              nella cultura vedica è lo Spirito divino supremo, che si incarna negli esseri viventi (Ātmān) e conferisce loro ‘santità’ (Rishì) e intelligibilità del pensiero/volontà divino.

Avatàr:            in sanscrito indica l’incarnazione umana della divinità Vishnù, protettore dei devoti, colui che compì i tre passi utili a delimitare l’intero universo destinato agli esseri umani.

Bhagavān:       nella religione vedica corrisponde a uno degli Āditya, Bhaga, la divinità dedita alla spartizione delle prede, sovrano umano che dispensa i beni divini, gloria, fortuna e beatitudine.

Brahmā:          nella teologia vedica indica l’unità cosmica da cui tutto promana, l’entità che ispira i cantori (Rsi) e i sacerdoti (Brahmani) deputati alla trasmissione orale del sapere, possibile attraverso l’effusione dell’adorazione degli Dei.

Dharma:         nella tradizione vedica-orientale rappresenta la legge cosmica, il dovere promanante dagli Dei, il modo naturale in cui le cose sono, equivalente del concetto occidentale di ‘religione’.

Kárman:          nei Veda è la legge della ‘remunerazione delle azioni umane’, indica le conseguenze materiali e spirituali che l’essere vivente dovrà affrontare nella vita corrente o nelle reincarnazioni future direttamente connesse alle proprie azioni compiute in vita.

Manas:            secondo gli antichi Veda è la Mente cosmica suprema, sempre connessa alle menti degli esseri incarnati, che però vivono ‘condizionate’ dalle esperienze delle varie vite terrene.

[— omissis —]

 

 

Termini GRECI

 

Αίών:              [it: aiòn] nella tradizione cosmologica greca classica era la personificazione del tempo, ossia Χρόνος (il ‘signore della luce’) della teogonia orfica, l’eternità, il susseguirsi delle ere, ma anche il destino ineluttabile.

Άνεμος:           traduz. voce Anima

Aύτοκράτορ:   [it: autocrate] figura politica della teologia bizantina indicante colui che esercita il potere assoluto (Potestas) conferitogli da Dio sugli uomini e sulla Terra per conto di Χριστοσ

Αγορά:            [it: agorà] piazza quadrangolare centrale delle πόλις generalmente considerato luogo di ritrovo, riunione e mercato fra i cittadini, divenne il luogo simbolo della democrazia.

Άπόστολος:     [it: apostolo] in greco significa ‘inviato’, nella tradizione biblica furono i 12 Discepoli scelti da Gesù e inviati ad evangelizzare le genti e a proseguire la sua opera religiosa.

Άρετή:             [it: areté] in greco indica la particolare capacità di assolvere bene il compito assegnato, in seguito divenne un valore spirituale, ossia la bravura morale dell’uomo fedele.

Άρμόζα           [it: armonia] proporzione, conveniente accordo di più parti o elementi, indica la legge predisposta da Dio all’atto della creazione che regola il rapporto fra le sostanze spirituali che compongono il mondo (cfr. Leibnitz).

 

 

Termini ROMANO-BIZANTINI / MEDIEVALI

 

Abate / Abazia: padre superiore di un monastero, che dirige secondo la regola regnante, nei tempi antichi indicava il maestro spirituale venerato per santità e cui si affidavano gli asceti.

Adoptio:          istituto del Diritto romano che permetteva la filiazione civile (non sanguinea), usato nella tradizione politica romana per designare il successore dell’Imperatore.

Aeternitas:     concetto astratto della cultura e arte romana che indicava l’eternità e l’immortalità.

Ager publicus: nel Diritto romano caratterizzava le porzioni di territorio pubblico, proprietà statale.

Apostòlus / Apostol: traduz. voce Άπόστολος.

Armonia e Polemos: traduz. voci Άρμόζα e πόλεμος.

Auctoritas:      concezione antico-romana di senso di rispetto, ma non di obbedienza, verso un uomo universalmente riconosciuto a supremo saggio cui affidare un potere superiore accettato da tutti.

 

Vai alla Home

Torna al Blog

I commenti sono chiusi.