• traduttore

Gli stati della ex-Jugoslavia e l’Albania nell’UE? I fondi ci sono

La storia dell’integrazione europea vira sui Balcani: il Presidente della Commissione UE, U.Von der Leyen, ha infatti annunciato lo stanziamento straordinario e senza precedenti di enormi risorse (circa 9 miliardi di euro) per aiutare i paesi della ex-Jugoslavia e di Albania ad entrare nella Comunità Europea. Fondi che serviranno a sostenere gli investimenti per la crescita, secondo una logica analoga a quella della politica di coesione, che mira ad eliminare le differenze esistenti tra le regioni degli Stati membri UE e i paesi candidati ad entrarvi: Albania, Bosnia Erzegovina, Montenegro, Serbia Macedonia del nord e Kosovo.

Quanto sono indipendenti le Authority europee?

Questo report della European Supervisory Authorities illustra la situazione degli organi di vigilanza pubblica negli stati membri dell’UE, secondo i parametri dell’indipendenza operativa rispetto al potere politico, sia dell’ente che dei singoli manager, all’autonomia finanziaria da soggetti pubblici o privati e alla trasparenza delle attività svolte. Ne esce un quadro a tinte variabili, che dimostra quanto l’Europa sia poliedrica e plurale.

Dove va la Ricerca scientifica e universitaria europea?

Nell’incontro fissato per il 26 e 27 ottobre 2021 a Kranj, in Slovenia (attuale Presidenza semestrale dell’UE), si discuterà del futuro della Ricerca scientifica e universitaria europea, in modo da fornire indicazioni utili alle istituzioni comunitarie ad indirizzare gli investimenti futuri, nell’ambito del programma Horizon Europe.

Al convegno parteciperanno enti regionali, nazionali ed europei, stakeholders del settore e decision-makers interessati: è possibile seguire i lavori su questo sito.

Consulta online tutti i documenti prodotti dalle istituzioni UE

Su questo sito dell’Unione Europea si possono recuperare tutti gli Atti e i Documenti delle Istituzioni UE, dalle pubblicazioni in Gazzetta Ufficiale al Registro degli OdG e dei processi verbali del Parlamento Europeo, dalle Conclusioni del Consiglio UE ai programmi e progetti politici della Commissione UE, oltre agli atti ufficiali degli altri organi ausiliari quali la BCE, la Corte dei Conti, il Comitato delle Regioni, etc.

Europol in prima linea nell’allargamento ai Balcani

Nell’ottica del completamento del processo di allargamento dell’UE agli Europei, che vede in agenda gli stati balcanici, è rilevante l’impegno di EUROPOL che annuncia un video per informare sui rischi di criminalità diffusa in particolare riguardo soprattutto ai cyber-reati connessi agli abusi sessuali e alla tratta delle prostitute.

Covenant online dei sindaci europei 2021

Si tiene il 7 ottobre 2021 il Covenant dei sindaci europei, cui parteciperanno le istituzioni dell’UE, per dibattere sul futuro della gestione delle risorse energetiche, dell’ambiente e del clima a livello locale, nel quadro giuridico europeo che assegna poteri e responsabilità agli enti locali col principio di sussidiarietà.

Su questa pagina trovate tutte le informazioni e il modo per seguire la diretta on-line.

Le attività dell’ISPRA sulla ricerca ambientale europea

Ha sede in Italia questo importante centro di ricerche sul tema ambientale, in ambito Unione Europea: è l’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale).

In collaborazione con l’Agenzia Europea dell’Ambiente ed EUROSTAT, l’ente gestito dal Governo italiano è inserita in alcune reti di centri nazionali di ricerca tematica europei, fornendo alle istituzioni comunitarie fondamentali dati statistici sul comparto agro-ambientale e dei rifiuti, che completano il ciclo delle risorse naturali che sono al centro della strategia politica della Commissione (Green Deal).

 

Open Science: un report sulle politiche dell’Unione Europea

Questo report commissionato dalla Direzione Ricerca e Innovazione dell’Unione Europea e realizzato dal Centro di Documentazione Europea dell’Università di Genova illustra le politiche e gli strumenti concretamente messi in atto a livello europeo per promuovere e realizzare le politiche di OPEN SCIENCE.

Esse rappresentano un nuovo approccio al processo scientifico basato sul lavoro cooperativo e su nuove modalità di diffusione della conoscenza attraverso l’uso delle tecnologie digitali e di nuovi strumenti collaborativi, su cui l’UE ha puntato e investito molto negli ultimi tempi.

Come le lobby influenzano l’UE e quanto sono trasparenti?

Se ne parla da tempo, da quando è diventato un fenomeno rilevante nel processo decisionale dell’UE: le lobby ed il loro ruolo nei palazzi di Bruxelles, nei rapporti con i politici e i funzionari comunitari e i rispettivi interessi.

In questo interessante rapporto si prende in esame la possibilità di istituire un Registro dei rappresentanti degli interessi privati nell’ambito delle attività legislative e politiche europee, al fine di garantirne trasparenza ed etica nelle relazioni.

Per conoscere le aree operative di competenza dell’UE leggi questo articolo.

Von Der Leyen sullo stato dell’UE al Parlamento Europeo

Il prossimo 15 settembre il Presidente delle Commissione UE, U. von der Leyen, terrà l’annuale “Discorso sullo stato dell’Unione Europea” di fonte alla Sessione Plenaria del Parlamento Europeo a Strasburgo.

Gli argomenti principali della relazione sull’andamento dell’anno passato e sui propositi per quello che verrà sono relativi alla gestione della crisi sanitaria da Covid19, alla posizione politica dell’UE rispetto al “caso Afghanistan”, alla libertà dei mezzi di informazione e le leggi nazionali in materia, alla “Carta Blu” da rilasciare agli immigrati più degni e meritevoli, alla risoluzione europea sui diritti Lgbtiq.

Potete ricevere ogni informazione sull’agenda dell’appuntamento e per poterla sqguier su questa pagina.