• traduttore

LE GENEALOGIE DIVINE DELL’INTEGRAZIONE EUROPEA: GLI IMPERATORI DEL REICH

storia dell'integrazione europea

A partire dal X secolo, la storia dell’integrazione europea è correlata alle genealogie europee che hanno retto il potere nei regni e feudi sorti dopo la caduta dell’Impero romano in Pars Occidens (476 d.C.). L’ordine universale incentrato sul Basileius Romaioi di Costantinopoli e sulle dinastie regali germaniche che tenevano l’Impero cristiano, che per la sua valenza “divina” divenne il Reich: Ottoni, Salici e Staufer determinarono la storia d’Europa per oltre tre secoli, allargandone i confini a Est ed a Sud e ponendolo al centro della politica internazionale del tempo. Continue reading

Il Sacro Romano Impero. Storia di un millennio europeo

Il Sacro Romano Impero è il cuore della storia dell’integrazione europea, secondo P.H. Wilson docente di storia ad Oxford: ne ha saputo restituire in modo così organico l’esperienza millenaria, decisiva ed esemplare a partire dalla celebre incoronazione di Carlo Magno, ripercorrendo le vicende di imperatori, papi, dinastie, contee, arcivescovi e principati, ma osservando anche l’evoluzione delle istituzioni, delle strutture feudali, delle identità locali, le articolazioni del potere militare, religioso e giudiziario, il complesso sistema di simboli e leggende che si costruivano attorno alla figura dell’imperatore, con dovizia di dettagli, dati, mappe e genealogie indispensabili per non perdersi in un universo tanto vasto. Un saggio che racconta la storia dell’integrazione europea attraverso quelle che nel mio libro vengono indicate come “aeternitas” e corredato delle genealogie europee che sono uno degli argomenti trattati nel blog e di cui trovate dovizia di informazioni nelle Appendici.

Un’associazione che racconta l’Europa Orientale

Vi segnalo questo sito di AISSECO (Associazione Italia Studi di Storia dell’Europa Centrale), specializzato nei fatti politici, economici e sociali degli stati europei dell’Est Europa, che sono membri dell’UE e partecipi da sempre della storia dell’integrazione europea.

Il sito è aggiornato e ricco di documenti, libri, recensioni, prodotti multimediali e iniziative inerenti l’area orientale dell’Europa, anche in collaborazione con altre associazioni e col Pontificio Istituto Orientale.

Il Regnum Italiae (888-962): il secolo di ferro dopo i Carolingi

Questo saggio scritto dal ricercatore italiano in Storia medievale e docente all’Università di Pisa, A.Puglia, racconta gli eventi di un periodo particolare della Storia d’Italia, nel vuoto politico nato dalla caduta dell’imperatore carolingio cui seguirono decenni di lotte, conflitti e alleanze fra grandi feudatari locali e Papi. Una situazione di caos verificatasi più volte nel corso della millenaria storia nazionale, che in ogni caso rimane centrale nell’intera storia dell’integrazione europea.

 

LE GENEALOGIE DIVINE NELLA STORIA DELL’INTEGRAZIONE EUROPEA

 genealogie storia dell'integrazione europeaNell’articolo precedente abbiamo compreso come la storia dell’integrazione europea sia indissolubilmente legata alle genealogie europee, che nel corso dei secoli hanno retto il potere nei vari regni e feudi sorti dopo la caduta dell’Impero romano in Pars Occidens (476 d.C.). Sin dalla formazione dei regna romano-barbarici (vedi articolo Integrazione dei barbari nell’impero cristiano) si determinò un ordine universale incentrato sul Basileius Romaioi di Costantinpoli e sulle dinastie regali germaniche, che avviarono già da allora un fitto intreccio di rapporti parentali necessari a mantenere saldo il potere e a trasmetterlo ai discendenti ed eredi legittimi (successione). Continue reading

Storia universale di Cantù: un classico senza tempo

Un’opera unica nel suo genere, composta a metà Ottocento da C.Cantù, storico, letterato e politico italiano, Deputato del primo Parlamento del Regno d’Italia, fondatore dell’Archivio storico lombardo e presidente onorario della SIAE, la Storia Universale che doveva raccogliere tutta la storia dell’umanità divisa in 35 volumi, fu «l’opera storica certo più letta e consultata per un cinquantennio in Italia». In seguito, venne ampliata raggiungendo i 52 volumi, secondo l’influsso conservatore-clericale tipico di quel periodo. Ma pur sempre utile a comprendere la storia dell’integrazione europea.

 

L’impero di Carlo V. Il regno su cui non tramonta mai il sole

Ecco un saggio che racconta la vita e le imprese dell”Imperatore più famoso del Rinascimento, attraverso i suoi scritti e altri documenti dell’epoca, raccolti dall’autore S. da Madariaga, diplomatico spagnolo storico e scrittore, nonché personaggio poliedrico il cui impegno per l’Europa venne riconosciuto col “Premio Carlo Magno” (vedi articolo).

 

Federico II di Svevia, “stupor mundi”

Non poteva avere titolo più azzeccato questo saggio sulla vita, le vicende politiche e personali, i pensieri e le azioni di uno dei personaggi più noti e amati della storia dell’integrazione europea, l’Imperatore Federico II di Svevia.

Scritto da uno dei medievisti più apprezzati della contemporaneità, il Prof. F.Cardini, in collaborazione con G.Villari, il libro offre uno spunto critico sul momento che rappresentò il crocevia della storia dell’integrazione europea, ossia il passaggio dal mondo antico-medievale all’epoca rinascimentale e poi moderna, proprio attraverso le innovazioni giuridiche e di costume introdotte dal sovrano germanico, ma nato e vissuto quasi tutta la vita in Italia, nell’alveo della cultura e della tradizione greco-romana più antica.

 

 

Il Sacro Romano Impero di Ottone I e l’Europa di oggi

Un saggio in lingua di un autorevole medievista francese, il Prof. F.Rappe allievo di M.Bloch e docente presso la Università di Strasburgo, che racconta le vicende del Sacro Romano Impero di nazione tedesca dalla sua formazione con l’Imperatore Ottone I di Sassonia, riprendendo l’idea di Europa Unita di Carlo Magno, fino all’esperienza di Carlo V d’Asburgo. Il libro fu pubblicato nel periodo in cui l’Europa stava pensando in proprio futuro attraverso la Convenzione che nel 2004 produsse una Costituzione dell’Unione Europea mai entrata in vigore: le argomentazioni addotte dal ricercatore francese furono utili allora e credo lo siano ancora oggi.

 

Di Europa Unita e Impero si parla anche nel mio libro

STORIA DELL’INTEGRAZIONE EUROPEA IN 2500 ANNI

storia dell'integrazione europea

CARLO MAGNO PADRE DELL’INTEGRAZIONE EUROPEA

storia dell'integrazione europea

La storia dell’integrazione europea passa inevitabilmente per Carlo “detto il magno”, il primo imperatore cristiano occidentale del Medioevo che cambiò il destino degli Europei e della politica internazionale del tempo e nei secoli a venire.

Fu talmente ammirato dai contemporanei che il suo nome divenne Charlemagne, simbolo o icona intramontabile, nonostante della sua vita sappiamo assai poco, perlopiù dalla Vita Karoli Magni redatta del suo scriba di corte. Era uomo saggio e magnanimo, dotato di costanza in buona e cattiva sorte, paziente nel sopportare l’ostilità dei Sassoni, fisicamente robusto e alto, era sportivo e amava nuotare, tanto che fece costruire una grande piscina nel Palatium regio di Aquisgrana per fare il bagno con gli amici. Aperto a tutti e sempre circondato da molte persone, impulsivo e caparbio, mangiava molto, era loquace ed estroverso, non nascose le sue emozioni quando morirono figli, figlie, l’amato nipote Roland e l’amico Papa Adriano I. Continue reading